Bisogno di informazioni?
   

Governance 231

Home » E-Consulenza » CERTIFICAZIONI » Governance 231

Governance 231

Registrati per conoscere il valore della consulenza

Il sistema di gestione creato in ottemperanza al D.lgs.vo 231/01 serve a dare evidenza delle misure aziendali prese per evitare i reati presupposto individuati dalla normativa.

Svuota
COD: N/A Categoria: Tag: ,

Descrizione

231

Il D. Lgs. 8 giugno 2001, n. 231 reca le disposizioni normative concernenti la “Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di responsabilità giuridica”.

Il provvedimento è stato emanato in base a quanto previsto dagli artt. 11 e 14 della legge 2000, n. 300, che delegava il Governo ad adottare un decreto legislativo avente ad oggetto la disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche e delle società, associazioni od enti privi di personalità giuridica che non svolgessero funzioni di rilievo costituzionale.

Ai sensi dell’art. 5, comma 1, decreto 231, le persone giuridiche, le società e le associazioni anche prive di responsabilità giuridica possono essere ritenute responsabili per i reati commessi nel loro interesse o a loro vantaggio:

  • da soggetti in posizione formale apicale, vale a dire da persone che rivestono funzioni di rappresentanza, di amministrazione o di direzione;

  • da soggetti in posizione di fatto apicale, vale a dire da persone che esercitano anche di fatto, senza formale investitura, la gestione e il controllo;

  • da soggetti direttamente sotto ordinati alle posizioni di vertice, vale a dire da persone sottoposte alla direzione o alla vigilanza di un soggetto in posizione apicale.

La consulenza di Sigma sei è volta alla costruzione, per le aziende clienti,di un modello organizzativo e di gestione con la predisposizione di un sistema strutturato ed organico di prevenzione, di dissuasione e di controllo, finalizzato alla riduzione del rischio di commissione dei reati, mediante l’individuazione delle attività sensibili e, se necessario, la loro conseguente proceduralizzazione o l’applicazione delle procedure già in vigore.

Il Modello Organizzativo e di gestione è un insieme strutturato di documenti ed è composto da:

  • Individuazione e descrizione dei reati-presupposto previsti dal decreto 231;

  • Analisi dei rischi rispetto alle varie categorie di reati-presupposto, gestita attraverso documenti differenziati per le principali categorie di illeciti;

  • Procedure dirette a disciplinare le varie attività sensibili poste in essere, all’interno delle quali rientrano i protocolli di legalità riferibili alla normativa anticorruzione sia nazionale che internazionale a partire dal piano triennale anticorruzione e per la trasparenza, redatto e aggiornato su base volontaria (non essendo tali misure richieste per gli Enti Privati partecipati dalla Pubblica Amministrazione);

  • Codice Etico e di Condotta del personale e dei collaboratori, contenente i principi generali di comportamento diretti a garantire la legalità e la correttezza dei comportamenti, integrato dagli specifici regolamenti dettati per i singoli settori di attività e che costituiscono parte integrante del Codice Etico e di Condotta;

  • Sistema sanzionatorio interno, fondato sia sui principi generali disciplinari contenuti nel Codice Etico e di Condotta che nella specifica sezione disciplinare contenuta nel regolamento interno del personale dipendente;

  • Sistema di gestione per la sicurezza e salute sul lavoro (SGSSL) definito secondo l’art. 30 del D. Lgs. 81/08 e il DM 13 febbraio 2014 (procedure semplificate per il SGSSL nelle piccole aziende).

Vantaggi dall’adozione del modello organizzativo

  • I principi contenuti nel presente Modello Organizzativo e di Gestione devono condurre a determinare nel potenziale autore del reato la consapevolezza di commettere un illecito;

  • Inoltre, grazie ad un monitoraggio costante dell’attività, devono consentire alle persone giuridiche e alle società, associazioni od enti privi di personalità giuridica di prevenire o di reagire tempestivamente per impedire la commissione del reato.

  • Prevenire le pesanti sanzioni previste in capo alle persone giuridiche e alle società, associazioni od enti privi di personalità giuridica in caso responsabili vengano provati i reati commessi nel loro interesse o a loro vantaggio.

L’INAIL con il Bando 231 consente di finanziare i progetti di Governance 231 coin contributi a fondo perduto.

Informazioni aggiuntive

Seleziona Tipologia

Pacchetto Documentazione, Consulenza in Remoto, Formazione

Disponibilità Formazione Consulenza

LMMGVSD
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
Disponibile
Riservato
Passaggio

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.