Bisogno di informazioni?
 

Certificati bianchi: aggiornato la lista dei progetti eleggibili

Il Ministero dello Sviluppo economico, con decreto interministeriale del 1° luglio 2020, ha aggiornato la tabella recante le tipologie di progetti ammissibili ai Certificati Bianchi, i titoli negoziabili che certificano i risparmi energetici conseguiti negli usi finali di energia, realizzando interventi di incremento dell’efficienza energetica.

Chiamati anche Titoli di Efficienza Energetica (TEE), i certificati bianchi sono il principale meccanismo di incentivazione dell’efficienza energetica nel settore industriale, delle infrastrutture a rete, dei servizi e dei trasporti, ma riguardano anche interventi realizzati nel settore civile e misure comportamentali.

Il Gestore servizi energetici (GSE) riconosce un certificato per ogni TEP di risparmio conseguito grazie alla realizzazione dell’intervento di efficienza energetica. Su indicazione del GSE, i certificati vengono poi emessi dal Gestore dei Mercati Energetici (GME) su appositi conti.

I certificati bianchi possono essere scambiati e valorizzati sulla piattaforma di mercato gestita dal GME o attraverso contrattazioni bilaterali.

A tal fine, tutti i soggetti ammessi al meccanismo sono inseriti nel Registro Elettronico dei Titoli di Efficienza Energetica del GME.

Il valore economico dei titoli è definito nelle sessioni di scambio sul mercato.

Si tratta di 11 nuove tipologie progettuali di sostenibilità: https://www.mise.gov.it/index.php/it/90-normativa/decreti-interministeriali/2041260-decreto-interministeriale-1-luglio-2020-certificati-bianchi-ampliamento-del-catalogo-dei-progetti-ammissibili11 nuovi Settori ammissibili.

che spaziano dall’efficientamento delle linee di produzione della fibra ottica e delle bottiglie PET nel settore industriale, agli interventi per l’utilizzo di combustibili a basso contenuto emissivo (LNG) nel settore del trasporto navale.

Il provvedimento rientra nelle azioni di potenziamento della politica di promozione dell’efficienza energetica, prevista dal Piano nazionale integrato per l’energia e il clima, e precede l’emanazione nei prossimi mesi del decreto ministeriale che fissa gli obiettivi per il sistema dei Certificati Bianchi per il periodo 2021-2024.

Sigma sei, supporta le aziende nei processo di sostenibilità ESG, di certificazione energetica ISO 50001 e nel percorso di ottenimento certificati bianchi.